Industria 4.0

Oggi l’industria 4.0 è sulla bocca di tutti, ma cosa serve sapere davvero per creare una smart factory e poter usufruire di tutti gli incentivi fiscali previsti per la gestione digitalizzata della produzione?

I software sviluppati per l’industria 4.0 sono la spina dorsale informatica indispensabile non solo per digitalizzare un’impresa, ma soprattutto per sfruttare tutte le agevolazioni fiscali che permettono di investire nel processo di innovazione digitale.

Stiamo parlando di:

– 191,5 miliardi di euro stanziati per favorire produttività, competitività e crescita sostenibile;
– Credito d’imposta per beni strumentali immateriali 4.0: 50% per le spese fino al 31 dicembre 2022, entro i costi ammissibili pari a 1 milione di euro, e 20% per le spese fino al 31 dicembre 2025, sempre entro un massimale di 1 milione di euro;
– Iper e super ammortamento: supervalutazione rispettivamente del 250% e del 140% degli investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 acquistati o in leasing;
– Patent box: riduzione delle aliquote IRES e IRAP del 50% dal 2017 in poi sui redditi d’impresa connessi all’uso diretto o indiretto (ovvero in licenza d’uso) di beni immateriali.

Per questo in Biters quando sviluppiamo software e app native – o quando offriamo la nostra consulenza digitale – lo facciamo con la consapevolezza che tutto questo non è più il futuro, ma un presente in cui bisogna essere connessi, digitali e proattivi.

Leggi l’articolo per saperne di più.
https://lnkd.in/dbSPYj_m